CARICAMENTO

Tenda a pergola e pergotenda: definizione, prezzi, permessi

Negli ultimi anni il settore delle tende da sole ha conosciuto un grande rilancio grazie alla diffusione delle tende a pergola, pergotende e pergole a lamelle dette anche bioclimatiche. Basandoci sulla tenda a pergola di Zilvetti Tendaggi, modello Classic,  andiamo a vedere tutti gli aspetti, le regole, i prezzi, le caratteristiche, le detrazioni previste per le tende a pergola.

1. Definizione di tenda a pergola

il Consiglio di Stato (in particolare la sentenza della Sesta sezione 25 gennaio 2017 n. 306, in linea con i precedenti della medesima sezione n. 1619/2016 e n. 1777/2014), ha ribadito che l’installazione di una pergotenda rientra tra le attività di edilizia libera e come tale non necessita di permesso di costruire, il giudice d’appello della giustizia amministrativa ha ritenuto che si tratta di una struttura destinata a rendere meglio vivibili gli spazi esterni delle unità abitative (terrazzi o giardini) e installabile al fine di soddisfare esigenze non precarie: una struttura leggera, quindi, destinata ad ospitare tende retrattili in materiale plastico. Una pergotenda di modeste dimensioni, che non modifica la destinazione d’uso degli spazi esterni ed è facilmente ed immediatamente rimovibile, non necessita di alcun permesso di costruire, ma rientra tra le attività di edilizia libera. Dal 22 aprile infatti, salvo casi espressamente previsti dalla legge, l'installazione di tende a pergola non richiede permessi di costruzione. Elenco completo opere edilizia libera  https://www.zilvettitendaggi.it/riforma-edilizia-libera-gazebo-tende-per...

2.Che differenza c'è tra una tenda a pergola e una pergola Bioclimatica (o lamellare)?

La differenza tra la tenda a pergola e la pergola bioclimatica è il tetto. Nel primo caso la copertura della pergola è in telo pvc impermeabile con schermatura solare UV e maglia di rinforzo antistrappo. Il telo è sorretto da dei profili frangitratta ogni 50-60 cm. che evitano la formazione di sacche d'acqua e fastidiose vibrazioni con il vento. In questo modo il telo rimane teso e può impacchettarsi. Nella pergola bioclimatica il tetto è composto da lame in alluminio orientabili. Regolando l'inclinazione delle lame è possibile dare luce ed aria allo spazio interno. le tende si regolano mediante motore elettrico e telecomando. Entrambe possono essere dotate di illuminazione a luce led, oppure di tende ermetiche lampo con guida antivento.

3. Quale modello di pergola scegliere?

Ci sono molte possibilità, a partire dalla pergola addossata (ossia fissata al muro della casa) fino alla pergola piana autoportante (ossia una struttura che si sorregge da sola). Se la pergola vuole essere una estensione della casa, uno spazio esterno direttamente collegato alla parete, allora la soluzione è la tenda a pergola addossata. Diversamente se vogliamo creare una sorta di isola, distaccata dall'abitazione, ad esempio al centro del giardino, si dovrà considerare la pergola utoportante. Il secondo ragionamento da fare è in considerazione dell'altezza disponibile e della profondità desiderata. Se non abbiamo limiti nelle altezze a parete allora possiamo considerare la pergola in versione Classic; con delle limitazioni delle altezze, si dovrà pensare ad una pergola Piana.

4. Quali sono i prezzi delle tende a pergola?

Quando ci si chiede quanto costa una pergola Classic di Zilvetti Tendaggi, la risposta più frequente è "dipende dalla misura". Volendo essere più chiari, la tenda a pergola classic parte dalla misura di 250cm. di larghezza per 250 cm. di sporgenza, con un prezzo base di 2790 euro (iva e installazione escluse). Il prezzo delle tende a pergola varia al variare della larghezza e della sporgenza, ma in misura non proporzionale, ossia: la pergola Classic in misura 500x500 cm., che è il doppio della dimensione sopra, anzichè costare 5580 costa 5290 euro (iva e installazione escluse) cioè meno del doppio. Con ciò vi invitiamo a richiedere un preventivo personalizzato, in base alle dimensioni che avete a disposizione. -> CONTATTI PER PREVENTIVI

 

5. Servono permessi comunali per installare una tenda a pergola?

Con l'entrata in vigore del decreto del 22 aprile 2018, riguardante le attività di installazione di strutture nuove, il rinnovo, la riparazione e la  sostituzione, di tende da sole e tende a pergola, tutti questi interventi vengono considerati in edilizia libera; ciò significa che le tende a pergola di Zilvetti tendaggi non hanno bisogno di permessi comunali per l'installazione, ne di permessi di costruzione. Le uniche limitazioni per le quali è necessario chiedere il parere sulla costruzione sono: le zone sottoposte a vincoli storici-paesaggistici-ambientali, complessi condominiali, diritto di terzi, luoghi in cui è espressamente vietato per motivi di sicurezza. Alcuni regolamenti comunali possono prevedere determinati colori e determinate forme, per cui è preferibile prendere visione di ciò che è ammesso. Qualora le amministrazioni non fossero al corrente di questa nuova tipologia di schermatura solare, puòi stampare quello che prevede il decreto sull'edilizia libera, unitamente alla scheda tecnica della tenda a pergola.

6. Cosa prevede la detrazione fiscale sulle tende a pergola?

Anche per il 2018 è previsto il bonus fiscale del 50%, che permette di recuperare il 50% della spesa sostenuta per l'acquisto di una tenda a pergola, compresi gli accessori che ne permettono la movimentazione come: motore elettrico, automatismi come sensori pioggia, sensori vento. Ne possono usufruire tutti i contribuenti che dispongono dell'immobile a vario titpolo (possesso, affitto, usufrutto, comodato d'uso). Per avere la detrazione sulla tenda a pergola occorrono quattro passaggi; primo: acqusitare una struttura che dispone dei requisiti e delle caratteristiche richiesti dalla normativa (marchio CE, classe di resistenza al vento, fattore di schermatura Gtot), addossata o attaccata ad una parete a protezione di una vetrata; secondo: il bonifico bancario deve essere di tipo per risparmio energetico e  deve riportare il riferimento della normativa e della fattura; terzo: entro 90 giorni dal saldo fattura si deve compilare il modulo enea accessibile dal sito qui; quarto: stampare e consegnare i documenti al consulente per la dichiarazione dei reddito. Il contribuente dovrà conservare per i prossimi 10 anni copia della fattura, del modulo enea, copia del bonifico bancario e tutta la documentazione riguardante la tenda a pergola.

7. La tenda a pergola resiste al vento forte e ai temporali?

La tenda a pergola ha una struttura in alluminio anodizzato, verniciato a polvere. Nonostante il peso contenuto che ne permette l'installazione anche su terrazzi e attici (senza provocare problemi all'edificio), la tenda a pergola Classic di Zilvetti tendaggi è molto robusta. Basi pensare che le prove di laboratorio hanno conferito la classe di resistenza al vento pari a 6, ossia il valore più alto a cui corrispondono venti fino a 130 km/h. Questo dato è molto significativo poichè stabilisce che la struttura è la sicura ed è in grado di resistere al vento forte. Come abbiamo detto al punto2, il tetto della tenda a pergola è un telo in pvc impermeabile, che raccoglie e fa confluire l'acqua piovana all'interno della trave frontale. La tenda a pergola Classic dispone di un sistema di grondaie e scarichi integrato per cui, tutta la pioggi che cade sul telo viene convogliata e scaricata a terra attraverso i pilastri. In questo modo, anche nelle situazioni di pergole installate vicine al confine, tutta l'acqua della pergola finirà all'interno della proprietà su cui è installata.