CARICAMENTO

I 7 nemici del sonno e i segreti per dormire bene

Per un italiano su quattro il risveglio al mattino è un fatto traumatico. Notti insonni, mal di schiena e dolori cervicali diventano delle costanti che impediscono di riposare. Tra i più frequenti: sciatalgie, ernie al disco, lombo sciatalgie, problemi posturali vengono amplificate durante il riposo. Oggi per dormire bene non vi sono più segreti per cui andremo a vedere quali sono quei piccoli trucchi e accorgimenti che ci permettono di dormire meglio e in modo più prolungato. Vediamoli per ordine di importanza.

 il sistema letto: la tipologia di materasso e della rete su cui si riposa, sono due condizioni di base molto importanti. Non è da ignorare il fatto che si dormi su un materasso a molle (regalato, o acquistato insieme alla stanza) oppure su una rete sfondata. Un materasso troppo morbido terrà la schiena in una posizione troppo arcata; un materasso troppo duro produrrà delle compressioni a livello sanguineo tali da produrre ripetuti movimenti nel sonno, dolori e formicolii vari. Se state dormendo male, rivolgetivi da dei professionisti che vi sappiano consigliare un materasso adatto al vostro modo di dormire.

Le condizioni della stanza: una stanza ventilata e pulita offre sicuramente delle condizioni migliori per chi deve riposare piuttosto che un luogo umido, sporco e chiuso. Che temperatura mantenete durante il riposo? Quanto è grande la stanza? E’ sufficientemente ventilata? Ci sono piante in camera da letto? Ogni quanto viene arieggiata la camera da letto? … tutto questo per dire che sarebbe buona cosa arieggiare una volta al giorno; s ela stanza è piccola, è consigliabile tenere la porta aperta. Le piante in vaso durante la respirazione cellulare rilasciano anidride carbonica è questo avviene generalmente la notte, mentre il giorno rilasciano osssigeno. L’unica pianta ad aver un processo inverso è ‘aloe vera (per la quale non vale il divieto sopra).

igiene: l’età del materasso è un altro dato importante: sapevate che ogni anno su un materasso si depositano fino a 500gr di materiale biologico (capelli, pelle morta e liquidi). Quanti anni ha il vostro materasso? Qual è l’ultima volta che avete lavato il rivestimento? Ogni quanto viene cambiata la biancheria del letto?Ogni quanto viene arieggiata la camera da letto? Ogni quanto viene cambiata la biancheria del letto? Ogni quanto viene rimossa la polvere?

apparecchi elettronici: una delle più brutte abitudini è dormire con il cellulare sul comodino o con altri apparecchi elettronici nella stessa stanza. Il nostro corpo è composto da cellule, e gli atomi che le compongono ruotando emettono delle onde ad una certa frequenza. Gli apparecchi elettronici emettendo a loro volta onde elettromagnetiche vanno in conflitto con l’energia del nostro corpo e a creando disturbi nei ritmi delle cellule del nostro corpo. Una classica sveglia digitale economica è la soluzione più adatta per risolvere questo problema.

stile di vita. Lo stile di vita influisce notevolmente sul riposo. In presnza di lavori sedentari o da ufficio sarebbe bene associare mezz’ora al giorno di passaggiata, per favorire la circolazione ed evitare di perdere la tonicità muscolare. E’ da evitare l’attività fisica ad alta intensità prima del riposo in quanto il corpo rispondendo con adrenalina, vi ritroverete a passare la notte con gli occhi sbarrati

alimentazione. L’alimentazione determina i nostri cicli vitali e abbianata ad una adeguata attività fisica aiuta a mantenere una corretta funzione dei vari organi e apparati. Senza dilungarsi troppo, mangiare pesante la sera non aiuta a passare bene la notte; fritti, timballi, stracotti, cibi oleosi o comunque grassi, possono provocare difficoltà nella digestione con la conseguenza di passare la notte insonne; lo stesso si può dire di chi mangia troppo poco. Andare a letto con lo stomaco che brontola e i crampi per la fame, non aiuta il cervello a “spegnersi” per riposare, anzi, sarà più facile che la mente continuerà a pensare a cosa mangiare. Non ci dilunghiamo oltre spiegando la piramide alimentare, carboidrati ecc. (per questo genere di informazioni si rimanda a siti specifici). Non dimentichiamo di dire che patologie come l’obesità e condizioni di sovrappeso sono tra le cause di problemi che si manifestano durante il riposo ovvero le apnee notturne, riduzioni della durata di riposo in fase rem, movimenti nel sonno, fino in alcuni casi di sonnambulismo.

Le Ore di riposo: non esiste una regola specifica sul numero di ore che il nostro fisico ha bisogno per ricaricarsi, ma, incrociando i risultati di alcune indagini statistiche si è osservato che: